Lazio.150LAZIO: Approvato il bando "Interventi rivolti alla qualificazione delle risorse umane a favore della creazione di nuova occupazione delle imprese del Lazio".

Previsti contributi a fondo perduto per le imprese che organizzano formazione per disoccupati e inoccupati finalizzati all'inserimento lavorativo di almeno il 50% dei lavoratori formati.

I periodi nei quali potranno essere presentate le Proposte, senza soluzione di continuità e con assegnazione “on demand” sono i seguenti:2016, 18 marzo; 2017, 17 marzo; 2018, 16 marzo. Richiedi informazioni

Logo Italia Contributi

Richiedi un Appuntamento a Milano

Richiedi un appuntamento in altre città

Richiedi informazioni

Sei un Commercialista? Collabora con noi​

 

I periodi nei quali potranno essere presentate le Proposte, senza soluzione di continuità e con assegnazione “on demand” sono i seguenti:

ANNUALITÀ 1° Scadenza 2° Scadenza
2016 dalle ore 9 del 22 febbraio alle ore 17 del 18 marzo dalle ore 9 del 16 settembre alle ore 17 del 14 ottobre
2017 dalle ore 9 del 17 febbraio alle ore 17 del 17 marzo dalle ore 9 del 15 settembre alle ore 17 del 13 ottobre
2018 dalle ore 9 del 16 febbraio alle ore 17 del 16 marzo dalle ore 9 del 14 settembre alle ore 17 del 12 ottobre

REGIONE LAZIO
Programmazione 2014-2020
Asse I – Occupazione - Priorità di investimento 8 i) Obiettivo specifico 8.5

 

FINALITÀ

Il conseguimento della riduzione della disoccupazione di lunga durata costituisce un obiettivo strategico prioritario per la Regione Lazio.


Uno degli elementi di debolezza del contesto regionale che si vuole contrastare attraverso interventi mirati è, infatti, costituito dall’alta incidenza della disoccupazione di lunga durata riguardo sia alla componente adulta sia a quella dei giovani fino a 35 anni di età nonché alla componente femminile del mercato del lavoro sul complesso della popolazione residente.


L’impegno della Regione Lazio a sostenere la positiva ripresa delle dinamiche occupazionali del territorio prevede, oltre che la creazione di opportunità concrete per coloro che si affacciano per la prima volta sul mercato del lavoro, anche il contenimento delle criticità associate ai fenomeni di cronicizzazione della disoccupazione degli adulti, sostenendo il reinserimento lavorativo di coloro che sono fuoriusciti da un contesto lavorativo anche da molto tempo o che non vi sono mai entrati, puntando sulle leve della qualificazione e riqualificazione delle competenze e offrendo percorsi di formazione legati alle reali esigenze delle imprese.


La Regione vuole intervenire su fasce particolarmente fragili della popolazione, garantendo a giovani e adulti reali opportunità di partecipazione alla vita attiva e coniugando, in tal senso, il miglioramento della qualità della vita dei singoli con il rilancio e lo sviluppo dell’economia regionale accrescendo, in particolare, la competitività delle imprese attraverso un rafforzamento della loro capacità di innovazione e di efficacia produttiva.



OGGETTO DELL’AVVISO

L’Avviso prevede la realizzazione di interventi di formazione per disoccupati e inoccupati finalizzati all’inserimento lavorativo, riservati esclusivamente alle aziende di finalizzazione 

 

Un intervento si intende direttamente “finalizzato” se si conclude con almeno il 50% di assunzioni a tempo indeterminato, calcolato sul numero iniziale dei partecipanti al corso.


Gli interventi prevedono l’acquisizione di competenze o il conseguimento di qualifica professionale previa realizzazione di un percorso formativo che oltre alla formazione d’aula ricomprende o meno lo stage in azienda, in dipendenza delle azioni previste.

AZIONI FORMATIVE AMMESSE AL CONTRIBUTO

Le azioni formative possono essere rivolte all’acquisizione di competenze specifiche o al conseguimento di qualifiche professionali, con percorsi che possono essere completati da un breve stage propedeutico all’inserimento, sempre incluso nel percorso formativo:


- Azione A - Interventi finalizzati all’acquisizione di competenze.

  • Minimo di 13 allievi ed un massimo di 18, per un numero di ore compreso tra un minimo di 100 ed un massimo di 200.
  • Il percorso potrà prevedere uno stage della durata massima del 30% del totale delle ore previste dal percorso che in ogni caso non potrà essere superiore alle 200 ore.
  • Ilpercorso deve essere articolato in giornate formative per un massimo di 6 ore a giornata e deve prevedere la presenza di un tutor d’aula.

 

- Azione B - Interventi finalizzati al conseguimento della qualifica.

 

  • Il percorso d’aula deve prevedere un minimo di 13 allievi ed un massimo di 18, per un numero di ore compreso tra un minimo di 350 ed un massimo di 560.
  • Il percorso deve essere articolato in giornate formative per un massimo di 6 ore a giornata e deve prevedere la presenza di un tutor d'aula.
  • L’azione B prevede anche la realizzazione di uno Stage formativo che dovrà essere pari almeno a 150 ore fino a un massimo di 240.
  • Lo stage dovrà essere garantito a tutti gli allievi formati, dovrà prevedere un impegno giornaliero non superiore alle 6 ore e potrà essere svolto anche contemporaneamente all’attività di aula.
  • E’ prevista la presenza del tutor.
  • Il percorso dovrà fare riferimento ad un profilo professionale presente nel Repertorio regionale delle competenze e dei profili formativi o all’elenco delle professioni regolamentate pubblicato sul sito istituzionale http://www.regione.lazio.it/rl_formazione la cui qualifica è compatibile attraverso la frequenza di un monte ore compreso nei limiti stabiliti dall’Avviso.
  • In esito al percorso verrà rilasciato un attestato di qualifica.
  • La formazione dovrà veicolare competenze adeguate a favorire l’inserimento nel mondo del lavoro, incluso il modulo obbligatorio sulla Sicurezza (che può essere finanziato solo in caso di contributo in de minimis, cfr. paragrafo 6 del presente Avviso).
  • Per i corsi di cui all’Azione B è prevista la realizzazione dell’esame finale per una durata massima di 5 ore aggiuntive rispetto alla durata del percorso.
  • Gli interventi devono derivare da una analisi del contesto attuale che tenga in considerazione sia la situazione settoriale che aziendale di intervento e devono far riferimento ad un piano di sviluppo al quale l’acquisizione di nuove conoscenze e competenze sia chiaramente funzionale.
  • Gli interventi devono quindi corrispondere ad effettive esigenze di collocazione in Azienda evidenziate da analisi puntuali del ruolo da svolgere dai partecipanti.
  • Il percorso di trasformazione del bagaglio di competenze degli utenti deve essere ben visibile e misurabile anche con raffronto fra bilanci di competenze in ingresso e in uscita.
  • I Partecipanti agli interventi dovranno essere selezionati sulla base di procedure di evidenza pubbliche (bandi per il reclutamento), secondo gli indirizzi stabiliti dalla normativa vigente.
  • Per gli inoccupati e disoccupati che partecipano alle attività formative è prevista una indennità di frequenza (paragrafo 17).
  • E’ obbligatorio il cofinanziamento da parte delle aziende nel caso di opzione da parte del soggetto proponente del regime di aiuti in esenzione ai sensi del regolamento (UE) n. 651/2014;
  • il cofinanziamento è facoltativo nel caso di opzione del regime di aiuti “de minimis” (si veda il paragrafo 6 dell’Avviso).
  • Non sono ammessi interventi multi aziendali.

 

BENEFICIARI

Destinatari degli interventi sono giovani o adulti inoccupati o disoccupati.


Nella selezione dei destinatari si dovrà prestare particolare attenzione a garantire pari opportunità tra donne e uomini e favorire coloro che presentano maggiori fragilità e sono a rischio di marginalità economica e sociale.

 

 

SOGGETTI PROPONENTI DEGLI INTERVENTI

Possono presentare proposte progettuali a valere sul presente avviso imprese:

  • aventi una sede legale o una sede operativa nel territorio della Regione Lazio al momento del pagamento del contributo
  • e che esercitino un’attività economica compatibile con quanto previsto relativamente al regime di aiuto prescelto.

 

Visto che i soggetti proponenti si candidano per la realizzazione di attività di formazione direttamente destinate a inoccupati e disoccupati da inserirsi direttamente a fine corso nell’organico aziendale, non è necessario l’accreditamento ma solo la corrispondenza degli spazi formativi aziendali utilizzati, ai criteri di igiene, sicurezza e salute sui luoghi di lavoro.

 

Non sussistono limiti relativi alla dimensione aziendale, pertanto potranno essere accolte anche Proposte relative ad interventi da realizzarsi presso le grandi imprese.


Non potranno invece partecipare gli Enti pubblici, ma è ammessa la partecipazione di Società
di capitali che eroghino servizi pubblici, il cui capitale societario sia totalmente o a maggioranza pubblica.


E’ consentita la presentazione di proposte nella forma di ATI o ATS.


In tal caso, l’impresa deve svolgere il ruolo di Capofila dell’Associazione Temporanea (mandataria) ed è il principale attore del progetto.

 

AIUTI DI STATO

Le Aziende proponenti vengono considerate come beneficiarie dell’intervento e devono pertanto conformarsi alla disciplina per gli Aiuti di Stato.

Ciascuna impresa potrà optare per uno dei seguenti regimi:


Aiuti di importanza minore (De minimis), ai sensi del Reg. (UE) n. 1407/2013, vale a dire non più di € 200.000 di aiuti, ricevuti dall’impresa unica, calcolati su tre esercizi finanziari consecutivi, compreso quello in corso (e 100.000 € se l’impresa unica opera nel settore del trasporto merci su strada per conto terzi). In questo caso non si applica nessuna riduzione di intensità di finanziamento e non si rende necessario un cofinanziamento dell’impresa.


L’importo massimo concedibile in de minimis per l’impresa che fa richiesta di finanziamento a valere sul presente Avviso non può superare i massimali sopra citati.

 

 

INTENSITÀ MASSIME DI AIUTI CONCEDIBILI

L’aiuto in esenzione è concedibile con il limite di 2 milioni di euro di importo massimo per progetto di formazione (ex art. 4) ma con una intensità massima di aiuto non superiore al 50% dei costi ammissibili.

 

Tale intensità di finanziamento può essere aumentata, fino a un’intensità massima del 70% dei
costi ammissibili, nei seguenti casi:


- di 10 punti percentuali se la formazione è destinata a lavoratori con disabilità o lavoratori
svantaggiati;


- di 10 punti percentuali se la beneficiaria è una media impresa e di 20 punti percentuali se la
beneficiaria è una piccola impresa.
Tali principi si possono riassumere nella seguente tabella:

 

  Formazione Formazione a lavoratori con disabilità o svantaggio
Grandi imprese 50% 60%
Medie imprese   60% 70%
Piccole imprese 70% 70%

 


Qualora l'aiuto sia concesso nel settore dei trasporti marittimi, l’intensità può raggiungere il 100% dei costi ammissibili, purché vengano soddisfatte le seguenti condizioni:


- I partecipanti al progetto di formazione non sono membri attivi dell'equipaggio, ma sono soprannumerari, e la formazione viene impartita a bordo di navi immatricolate nei registri dell’Unione.

 

TEMPI DI REALIZZAZIONE DEGLI INTERVENTI

I progetti approvati dovranno essere realizzati entro la data di realizzazione degli interventi prevista dai progetti formativi.

 


APPROVAZIONE DEI PROGETTI

Le risorse impiegate sono disponibili ad accesso continuo con finanziamento “on demand” fino all’esaurimento dei fondi.

 


SCADENZA

I periodi nei quali potranno essere presentate le Proposte senza soluzione di continuità e con assegnazione “on demand” sono i seguenti:

 

ANNUALITÀ 1° Scadenza 2° Scadenza
2016 dalle ore 9 del 22 febbraio alle ore 17 del 18 marzo dalle ore 9 del 16 settembre alle ore 17 del 14 ottobre
2017 dalle ore 9 del 17 febbraio alle ore 17 del 17 marzo dalle ore 9 del 15 settembre alle ore 17 del 13 ottobre
2018 dalle ore 9 del 16 febbraio alle ore 17 del 16 marzo dalle ore 9 del 14 settembre alle ore 17 del 12 ottobre

 

MAGGIORI INFORMAZIONI

RICHIEDI


FINANZIAMENTI AGEVOLATI

nuovi finanziamenti agevolati 2019 PER LIQUIDITà E INVESTIMENTI CHIEDI INFO

Pre-Fattibilità Gratuita

ITALIA CONTRIBUTI PRE FATTIBILTA GRATUITA 300

chiedi appuntamento 2 Giallo

CHIEDI INFORMAZIONI

RICHIEDI INFORMAZIONI

FINANZIAMENTO SU ANTICIPO FATTURE

anticipo fatture 90 in 48 ore

FINANZIAMENTI PER LIQUIDITà

PULSANTE FINANZIAMENTO LIQUIDITA

PRESTITO SCORTE E CAPITALE CIRCOLANTE

PRESTITO SCORTE E CIRCOLANTE 250X250

NUOVA SABATINI: ACQUISTO ATTREZZATURE E BENI STRUMENTALI

NUOVA SABATINI 2017 2018

LAZIO GEEN

LAZIO GREEN

FONDI BEI PER LE IMPRESE

FINANZIAMENTI FONDI BEI 2018 PER LE PMI

NUOVE IMPRESE A TASSO ZERO

iNVITALIA.NUOVE.IMPRESE.TASSO.ZERO.2017.250

INCLUSIONE SOCIALE

LAZIO.INCLUSIONE SOCIALE

BENI CULTURALI E TURISMO

LAZIO TURISMO E BENI CULTURALI

LAZIO PROSPEX PROMOZIONE DELL' EXPORT 2017

LAZIO PROSPEX 2 CATALOGO

ECONOMIA SOCIALE NO PROFIT E ONLUS

MISE ECONOMIA SOCIALE

PROGETTI DI ASSISTENZA A FAVORE DELLE VITTIME DELLA TRATTA

VITTIME DELLA TRATTA

AGEVOLAZIONI FISCALI E CONTRIBUTIVE PER LE IMPRESE DELLE AREE DEL SISMA

MISE.zona franca urbana sisma centro italia

RICERCA E SVILUPPO

LAZIO RICERCA E SVLUPPO

MICROCREDITO E MICROFINANZA

LAZIO.FONDO.FUTURO

PRE SEED

LAZIO PRE SEED

Fondo Rotativo per il Piccolo Credito (FRPC)

LAZIO FURC FONDO ROTATIVO PICCOLO CREDITO

ACCOGLIENZA MINORI STRANIERI NON ACCOMPAGNATI

Ministero.Interno.Prima.Accoglienza.MinoriStranieri.Non.Accompagnati 2017

Iper e super ammortamento

SUPER AMMORTAMENTO E IPER AMMORTAMENTO

SME Instrument di Horizon 2020

HORIZON 2020 SME INSTRUMENTS

SELFIEMPLOYEMENT: PRESTITI A TASSO ZERO PER I GIOVANI

SELFIEMPLOIEMENT aprile 2017

AZIENDE VITTIME DI MANCATI PAGAMENTI

finanziameti.alle.pmi.vittime.di.mancati.pagamenti

Riutilizzo a fini sociali dei beni confiscati alle mafie

lazio riutilizzo a fini sociali di beni confiscati alle mafie

ARTIGIANATO INNOVAZIONE E CREATIVITA 2017

lazio artigianato 2017

LAZIO PROSPEX 2017

lazio prospex

CINEMA INTERNATIONAL

lazio cinema international

DECRETO TERREMOTO

DECRETO TERREMOTO

MESTIERI ARTIGIANI

LAZIO MESTIERI ARTIGIANI 2017

NUOVE IMPRESE CULTURALI

LAZIO IMPRESE CULTURALI 2017

INCLUSIONE SOCIALE

LAZIO.INCLUSIONE SOCIALE

INAIL BANDO ISI 2016-2017

INAIL.BANDO.ISI.2016 2017

Aerospazio e Sicurezza

LAZIO.AEROSPAZIO.E.SICUREZZA

BIOEDILIZIA E SMART BUILDING

LAZIO.BIOEDILIZIA E SMART BULDING

POR - FESR 2014-20

lazio.por 250

FONDI EUROPEI

FINANZIAMENTI ALLE IMPRESE
fino a 12.500.000 euro

FONDI BEI

FONDI.BEI

PER LE IMPRESE ITALIANE

CHIEDI INFORMAZIONI

 

NUOVA SABATINI TER

NUOVA SABATINI 2017 2018

Internazionalizzazione: Programmi di inserimento sui mercati esteri

Iscriviti alla Newsletter gratuita

ISMEA NUOVO INSEDIAMENTO GIOVANI IN AGRICOLTURA

NUOVO INSEDIAMENTO GIOVANI

START UP NUOVE IMPRESE

finanziamenti a tasso zero

fino a 1.500.000

ISMEA.NUOVO.INSEDIAMENTO.GIOVANI.AGRICOLTURA.250

Chiedi informazioni

 

Ismea: Subentro e Ampliamento in Agricoltura

CERCA

Iscriviti alla Newsletter gratuita

MOSTRA AGEVOLAZIONI VIGENTI NAZIONALI

Iscriviti alla Newsletter gratuita

Iscriviti alla Newsletter gratuita

VISITA ITALIA CONTRIBUTI

VI INTERESSANO I CONTRIBUTI PER ALTRE REGIONI?

logobisbordino.250

CLICCA E VEDI LE ALTRE REGIONI

RICHIEDI INFORMAZIONI

RICHIEDI INFORMAZIONI

Iscriviti alla Newsletter gratuita